Vivere, Viaggiare, Trasferirsi, Scoprire il Mondo, Regno Unito, Svizzera, Malta, Canarie, Germania, Londra

Non Solo Londra, ma anche Oxford, Cambridge, Bristol, Manchester, Liverpool, Edinburgo, Guildford, Birmingham, Glasgow, etc

Travel Blog, Youtube, Video, HumanSafari, Scoprire il mondo viaggiare e vivere viaggiando

Scappare e vivere, trasferirsi in un altra nazione. Crearsi una seconda vita, una seconda identità
GnoccaTravel trovare e fare sesso in viaggio, viaggiando. free e pay, gratis e a pagamento.
Vai ai contenuti
Speciale Brexit
Regno Unito

Indennità di Disoccupazione per Italiani Rimpatriati

Per cittadini Italiani che hanno lavorato all'estero in stati comunitari ed extracomunitari al loro rientro li aspetta un indennizzo di disoccupazione dove l'importo viene calcolato in base alle retribuzioni convenzionali dell'anno di riferimento della prestazione che vengono determinate con decreti ministeriali annuali.
back to italy
La prestazione decorre: dal giorno del rimpatrio se il disoccupato ha dichiarato la disponibilità al lavoro al Centro per l’Impiego entro sette giorni dal rimpatrio; dal giorno della dichiarazione di immediata disponibilità al lavoro se è stata dichiarata tra l'ottavo e il trentesimo giorno successivi alla data del rimpatrio.

La durata massima è di 180 giorni.

L'indennità viene pagata direttamente dall'INPS con accredito su conto corrente bancario o postale, su libretto postale oppure tramite bonifico domiciliato presso un ufficio postale nello stesso CAP di residenza o domicilio del richiedente.

Secondo le vigenti disposizioni di legge, le pubbliche amministrazioni non possono effettuare pagamenti in contanti per prestazioni il cui importo netto superi i 1.000 euro.

Nel caso di accredito su conto corrente bancario o postale devono essere indicati anche gli estremi dell'ufficio pagatore presso cui si intende riscuotere la prestazione e le coordinate IBAN bancarie o postali.

Per accedere alla prestazione il lavoratore deve essere rimpatriato entro 180 giorni dalla data di cessazione del rapporto di lavoro e dichiarare l'immediata disponibilità al lavoro entro 30 giorni dalla data del rimpatrio.

I lavoratori che percepiscono l'indennità di disoccupazione possono richiedere anche l'assegno al nucleo familiare secondo i requisiti previsti per i lavoratori dipendenti.

La domanda non è soggetta a termini di presentazione né ha effetti sulla decorrenza della prestazione. Nel caso di prima domanda la durata del rapporto di lavoro all'estero è ininfluente. Per le domande successive si deve aver svolto un periodo di lavoro subordinato di almeno 12 mesi, di cui sette effettuati all'estero.

I disoccupati rimpatriati da uno stato che applica la normativa comunitaria (Paesi UE, SEE - Islanda, Liechtenstein e Norvegia - e Svizzera) devono allegare il documento portatile U1 che riporta i periodi di assicurazione, la data e il motivo della cessazione e la qualifica del lavoratore, più tutta la documentazione che comprova l'attività lavorativa all'estero (contratto di lavoro, buste paga, ecc.).

Se non in possesso del documento portatile U1, le informazioni necessarie saranno richieste direttamente dalla struttura INPS competente all'istituzione estera.

I rimpatriati da uno stato non convenzionato devono invece allegare alla domanda una dichiarazione del datore di lavoro all'estero o della competente autorità consolare che attesti il licenziamento o il mancato rinnovo del contratto.

La domanda va presentata attraverso i patronati CAF.
Copyright 2017-2018 NotOnlyLondon.com
powered by SunWebLab ltd
Chi Siamo
Pubblicità
Proposte Commerciali
Business
Sponsor & Partners

Torna ai contenuti